Lo specialista del pulito

Un buon grado di pulito si può raggiungere seguendo “Il Cerchio di Sinner” ma senza collegare il cervello non funziona

pubblicato il 07 12 2012 | Comments 0

 

Solitamente è un tema trattato nei corsi, rari, che hanno come tema un minimo di specializzazione nell’ambito del pulito ma su cui gira, spesso inconsapevolmente, tutto il mondo del saper pulire in maniera cosciente  perché poi c’è una gran fetta di addetti che muove le braccia, gambe, mani e si dimentica di avere quello sconosciuto e sotto sfruttato organo vitale denominato cervello.

 

Visto che viviamo in un mondo di abitudinari la cosa più difficile da fare  è proprio quella di utilizzare le cose nel modo giusto per aumentare la propria autostima e fuggire dal famoso capo indiano 610 presentatomi da Costanza Miriano, per farlo ci viene in aiuto il professor Sinner che stabili dei criteri ben precisi sui fattori fondamentali del pulire.

 

Il diagramma è composta da quattro parti e il primo spazio è dedicato alla Temperatura, infatti è risaputo che se si utilizza dell’acqua calda la superfice in questione risulta più facilmente pulibile inoltre bisogna considerare e sapere che influisce sul grado di pulibilità anche la temperatura della superfice che vogliamo pulire, una scrivania o pavimento in estate risulterà più facilmente pulibile che in inverno.

Il secondo fattore che partecipa al giusto grado di pulito riguarda la chimica che tradotto significa che bisogna individuare il detergente più adatto per la superficie che vogliamo pulire e usarlo in maniera corretta, la quantità di detergente non è direttamente proporzionale al pulito che si ottiene

 

In terzo luogo serve il tempo, quello che soprattutto oggi scarseggia per una questione economica, il tempo è riferito al contatto con la superfice da pulire perché se si passa come speedy gonzales, il topo più veloce di tutto il Messico, il risultato non sarà accettabile.

 

In ultimo si parla di meccanica che identifica l’attrezzatura che utilizziamo per pulire, partendo dal semplice panno in micro fibra per arrivare alle mono-spazzole o lava e asciuga che ci permettono di eseguire operazioni ben fatte in minor tempo.

 

Questi i fattori che partecipano alla buona riuscita di un’operazione di pulizia, per diventare dei buoni produttori di igiene poi, serve la buona volontà e l’applicazione, ritornare a fare i lavori come facevano una volta con lo spirito di sacrificio e un minimo di attaccamento al lavoro anche se i fattori che lo compongono sono disincentivanti a partire da quel famoso articolo diciotto che hanno fatto finta di modificare apportando alcune modifiche non significanti che complicano la vita invece che semplificarla.

 

Copyright © 2012 Lo Specialista del Pulito

 

Immagini collegate:



Condividi:

Nessun commento presente.

lascia un commento

Inserisci il codice di controllo *

Ecoitalia evolution s.r.l. Via Roma, 9 24020 Songavazzo BG PI 03781370162 CF 03781370162 Tel.3487919400 | [javascript protected email address] || privacy | credits
Twitter widget by Rimon Habib - BuddyPress Expert Developer