Lo specialista del pulito

#libro 07 In arrivo un Libro su come pulire, mantenere e scegliere i pavimenti in cotto

pubblicato il 29 05 2013 | Comments 0

 

Un estratto dal libro

 

Nel passato gli artigiani lavoravano nelle vicinanze dei giacimenti argillosi. Oggi ci

sono rivenditori di argille già pronte per l’uso, i quali possono spedire qualsiasi tipo

di argilla per qualsiasi temperatura, oppure tutte le materie necessarie a correggere

e a preparare gli impasti.

 

LA MODELLAZIONE A MANO.

E’ certamente una delle più antiche tecniche per modellare un contenitore e ci si

serve solo delle mani.

Si prepara una palla di argilla che possa essere contenuta nel palmo della mano

sinistra e con il pollice della mano destra si esercita una pressione al centro di essa,

ino a giungere ad un paio di cm dal fondo.

Si comincia a premere leggermente con il pollice dall’interno del foro praticato e con

l’indice e il medio dall’esterno. Contemporaneamente si ruota lentamente la palla di

argilla e si esercita una costante pressione con le dita completando il giro della palla

e salendo gradualmente quasi al bordo del vaso. Il pollice esercita una pressione

verso il fondo, mentre le dita esterne premono slittando verso l’alto.

 

Il bordo deve essere lasciato più grosso delle pareti. Potrà accadere che il bordo

faccia delle crepe… cercate di saldarle lisciando l’argilla con il pollice e l’indice,

magari dopo aver appoggiato il bordo su uno straccio umido. Quando sarà

asciugato, si può rifinirlo con la carta vetrata.

 

L’oggetto potrà essere decorato con delle incisioni da imprimere allo stato plastico o

da praticare allo stato secco.

 

LA LAVORAZIONE A COLOMBINO.

Anche questo sistema di modellare, che si serve di salamini di creta attaccati gli uni

agli altri, è tra i più antichi e caratteristici. E’ una tecnica ancora oggi in uso per la

costruzione di grandi vasi (giare, orci) che raggiungono persino l’altezza di un metro

e mezzo o due.

Si prepara la base del vaso con un disco di argilla dello spessore di un paio di cm.

 

Con le mani si fanno tanti bastoncini di argilla.

Mettete sul bordo della base un po’ di barbotina come collante (si ottiene diluendo

l’argilla nell’acqua), iniziate quindi a girare intorno i bastoncini. Ad ogni piano che

volete alzare, dovete mettere un po’ di barbotina per incollare lo strato successivo.

Continuate così fino a che pensate di aver terminato.

Vi trovate ora davanti il vostro vaso, ma avete ancora due soluzioni: lasciarlo così a

strati oppure lisciarlo.

 

Per ottenere le pareti lisce dovete fare degli altri bastoncini di argilla, questa volta

più piccoli, che sistemerete tra gli interstizi del lavoro eseguito. Poi, alla fine, dovrete

passarci sopra con una stecca per rendere liscio il tutto.

 

 

 

Copyright © 2013 Lo Specialista del Pulito

Immagini collegate:



Condividi:

Nessun commento presente.

lascia un commento

Inserisci il codice di controllo *

Ecoitalia evolution s.r.l. Via Roma, 9 24020 Songavazzo BG PI 03781370162 CF 03781370162 Tel.3487919400 | [javascript protected email address] || privacy | credits
Twitter widget by Rimon Habib - BuddyPress Expert Developer