Lo specialista del pulito

Cani e animali domestici umanizzati, gli escrementi vanno raccolti

pubblicato il 17 10 2014 | Comments 0

 

Ci tengo a sottolineare che per me gli animali sono belli e cari ma sono animali, andrebbero trattati come tali e quando vedo scene  tipo vestitini, croccantini, patatini, cosmesi canina e felina, la donna che cammina davanti all’uomo tipo a distanza di sicurezza, con due o tre cani al guinzaglio, e nel migliore dei casi, solo uno ma molto grosso, che se parte si trascina la malcapitata lungo il marciapiede senza pietà e poi a dire: tanto poverino è un cane non lo ha fatto apposta, mi crescono i capelli e metto mano alla fondina.

 

Non vorrei poi scoprire che tutte queste moine per gli animali e se si tratta di dare una mano al vicino di casa, non esiste gli sguardi sono tutti per il cane o il gatto, oppure se c’è da accudire i vecchi genitori li abbandonano nelle case di riposo.

 

Non sarebbe meglio meno cani e gatti e pitoni e tartarughe e pesci e furetti e tigri e topini e pappagalli e uccellini e un po più di attenzione alle persone con i pregi e i difetti che le contraddistinguono ma con il dono della parola e che spesso hanno sbagliato per noi, come nel caso dei genitori, per farci crescere e non per regredire.

 

Il problema  è che nel tentativo, egoistico, di umanizzare gli animali si prendono i nostri pregi e i nostri difetti, di conseguenza se noi saremo dei rompi coglioni è facile che lo diventi anche il nostro cane.

 

ART. 10. Tutela dell’igiene urbana e dagli animali molesti.
 
Chi conduce un cane in area pubblica, ed in particolare su marciapiedi, piazze, sedimistradali, ed in tutte le aree verdi aperte al pubblico, deve essere sempre munito di paletta e sacchetto per la raccolta di escrementi o di altra idonea attrezzatura per rimuovere le deiezioni del proprio cane ed assicurarne la rimozione.
 
2. Chi detiene animali nelle abitazioni private, stabilimenti, negozi, magazzini, giardini e
cortili deve garantire che non disturbino la quiete pubblica, specialmente durante la notte.
 
3. Gli agenti di polizia municipale contesteranno l’eventuale violazione al detentore
dell’animale, obbligandolo con formale diffida ad attuare tutti gli accorgimenti idonei ad evitare
che l’animale continui a disturbare la quiete pubblica.
 
 
4. Qualora dopo la diffida continuino le molestie, si provvederà con ordinanza sindacale
contingibile ed urgente al sequestro dell’animale ed al suo trasferimento presso una struttura di
accoglienza autorizzata, con spese a carico del detentore.
 

 Il pulito ci rende più felici

 

Copyright © 2014 Lo Specialista del Pulito



Condividi:

Nessun commento presente.

lascia un commento

Inserisci il codice di controllo *

Ecoitalia evolution s.r.l. Via Roma, 9 24020 Songavazzo BG PI 03781370162 CF 03781370162 Tel.3487919400 | [javascript protected email address] || privacy | credits
Twitter widget by Rimon Habib - BuddyPress Expert Developer