Lo specialista del pulito

Le pietre naturali IL MARMO

pubblicato il 19 07 2013 | Comments 0

 

 

Marmo Giallo Cleopatra, Marmo Carrara, non facciamo l’elenco di tutti ma di quelli che vedete qui sopra, bastano per mettermi di buon umore.

 

Una delle cose fondamentali del “pulire” è quella di essere in grado di riconoscere immediatamente a quali materiali ci troviamo di fronte per poter decidere come intervenire senza conseguenze negative.

 

E’ importante anche per la scelta del detergente in riferimento a un determinato tipo di sporco, potremmo infatti usare un prodotto sbagliato per il pavimento e giusto per la macchia.

 

Quando si parla di “Pietre naturali” si intendono tutti quei materiali che vengono estratti in una cava.

 

Le pietre per essere utilizzate come rivestimento nelle costruzioni devono essere lavorate e successivamente trattate, specialmente se si parla di pavimentazioni.

 

I trattamenti più comuni sono la Piombatura, Cristallizzazione e Inceratura.

Queste operazioni generalmente sono eseguite da specialisti.

 

Bisogna tener presente che questo materiale teme gli acidi in quanto tende a corrodersi, un buon prodotto per la manutenzione quotidiana potrebbe essere questo.

 

 

Copyright © 2013 Lo Specialista del Pulito



Condividi:

Un buon grado di pulito si può raggiungere seguendo “Il Cerchio di Sinner” ma senza collegare il cervello non funziona

pubblicato il 07 12 2012 | Comments 0

 

Solitamente è un tema trattato nei corsi, rari, che hanno come tema un minimo di specializzazione nell’ambito del pulito ma su cui gira, spesso inconsapevolmente, tutto il mondo del saper pulire in maniera cosciente  perché poi c’è una gran fetta di addetti che muove le braccia, gambe, mani e si dimentica di avere quello sconosciuto e sotto sfruttato organo vitale denominato cervello.

 

Visto che viviamo in un mondo di abitudinari la cosa più difficile da fare  è proprio quella di utilizzare le cose nel modo giusto per aumentare la propria autostima e fuggire dal famoso capo indiano 610 presentatomi da Costanza Miriano, per farlo ci viene in aiuto il professor Sinner che stabili dei criteri ben precisi sui fattori fondamentali del pulire.

 

Il diagramma è composta da quattro parti e il primo spazio è dedicato alla Temperatura, infatti è risaputo che se si utilizza dell’acqua calda la superfice in questione risulta più facilmente pulibile inoltre bisogna considerare e sapere che influisce sul grado di pulibilità anche la temperatura della superfice che vogliamo pulire, una scrivania o pavimento in estate risulterà più facilmente pulibile che in inverno.

Il secondo fattore che partecipa al giusto grado di pulito riguarda la chimica che tradotto significa che bisogna individuare il detergente più adatto per la superficie che vogliamo pulire e usarlo in maniera corretta, la quantità di detergente non è direttamente proporzionale al pulito che si ottiene

 

In terzo luogo serve il tempo, quello che soprattutto oggi scarseggia per una questione economica, il tempo è riferito al contatto con la superfice da pulire perché se si passa come speedy gonzales, il topo più veloce di tutto il Messico, il risultato non sarà accettabile.

 

In ultimo si parla di meccanica che identifica l’attrezzatura che utilizziamo per pulire, partendo dal semplice panno in micro fibra per arrivare alle mono-spazzole o lava e asciuga che ci permettono di eseguire operazioni ben fatte in minor tempo.

 

Questi i fattori che partecipano alla buona riuscita di un’operazione di pulizia, per diventare dei buoni produttori di igiene poi, serve la buona volontà e l’applicazione, ritornare a fare i lavori come facevano una volta con lo spirito di sacrificio e un minimo di attaccamento al lavoro anche se i fattori che lo compongono sono disincentivanti a partire da quel famoso articolo diciotto che hanno fatto finta di modificare apportando alcune modifiche non significanti che complicano la vita invece che semplificarla.

 

Copyright © 2012 Lo Specialista del Pulito

 

Immagini collegate:



Condividi:

Pulizia Disintossicante Versus Case Naturali, Ecologiche, di Legno, Ecocompatibili, Ecosostenibili, insomma fatte apposta per l’Uomo più sensibile

pubblicato il 27 09 2012 | Comments 1

 

Scendo dalla macchina, il sole fa capolino tra le nuvole che si stanno allontanando faticosamente, a venti metri da me, in bella vista, le “case naturali” di Silverio.

Mi avvicino e la voglia di fare “clik” con il mio Samsung è irrefrenabile,  scatto qualche foto e aspetto di poter entrare, seguito da Silverio che cerca, faticosamente,  di liberarsi dal cellulare che  pare   sciogliersi  fra le sue mani.

Mi ha  portato  fino a Corteno Golgi, praticamente Aprica (Sondrio) in mezzo ai monti e al verde che sembra volerti abbracciare con il suo manto rilassante.

Ha voluto che respirassi l’aria nelle sue case di nuovissima generazione, costruite secondo natura, con materiali provenienti dalla terra, come il legno e la pietra, materiali primordiali in grado di restituire energia positiva alle persone che ci abitano e che ritrovano con essi l’armonia con la natura.

Il mio compito sarà quello di preparare il sistema più adatto per la pulizia attraverso prodotti ed attrezzature  che rispondono agli stessi requisiti, sia da utilizzare per la pulizia degli ambienti che per le stoviglie e e il bucato, insomma tutto nel rispetto della natura.

Avanzo,  poco lontano un cucù mi avvisa che qui il silenzio si fa ascoltare. Finalmente libero dal  cellulare, Silverio mi invita a  salire  le scale ed entriamo per vedere quella che è per me  la  prima casa che visito e costruita con questi criteri.

Il profumo di Cirmolo mi invade le narici e lo sento anche in gola, mi piace e Silverio incomincia a spiegarmi tecnicamente come vengono concepite e costruite queste abitazioni, per esempio mi dice che questo legno, di cui io ho avvertito il profumo, è in grado di abbassare i battiti cardiaci, tanto per dirne una.

 

Intorno a me solo legno,  pietra,  ferro e vetro, nulla è lasciato al caso, l’aria è fresca ma non fredda, Silverio mi spiega che grazie al legno qui il riscaldamento, a pavimento ed elettrico, praticamente non si usa quasi mai anche se si va  a meno 16 gradi durante la stagione invernale.

 

Faccio due conti e subito capisco che il risparmio energetico è altissimo, visto il costo dell’energia, sempre in ascesa, potrei andare avanti tutto il giorno a raccontarvi ma …il tutto al prossimo articolo e vi lascio al video che ho realizzato proprio mentre ero li.

Il pulito ci rende felici

 

Copyright © 2012 Lo Specialista del Pulito

 

 



Condividi:

La fiamma ritardata che fa male alla salute

pubblicato il 27 07 2012 | Comments 0

 

 

Un corretto e sano comportamento per vivere una vita in maniera corretta, ci arriva spesso da medici e nutrizionisti i cuali ci invitano a mangiare molta frutta e verdura, praticare del movimento in maniera regolare, bere molta acqua, non fumare e via di questo passo.

 

Un aspetto  che non si considera mai sono i veleni sotto forma di sostanze chimiche contenuti nei materiali che usiamo tutti i giorni e che ci circondano come per esempio quelli dell’arredamento della nostra abitazione.

 

Per rallentare ed impedire possibili incendi, ormai dappertutto si mettono sostanze “ritardanti di fiamma” che sfavoriscono una possibile combustione, questo sicuramente previene possibili pericoli ma ci espone ad altri più subdoli, infatti se un qualsiasi materiale prende fuoco possiamo cercare di spegnerlo perchè lo vediamo.

 

Qui invece stiamo parlando di sostanze nocive contenute anche nell’abbigliamento dei bambini, nei componenti elettronici come i cellulari e nei mobili, quindi dappertutto, ma non lo sappiamo e soprattutto non ce ne accorgiamo immediatamente e chissà se avremo la possibilità di accorgercene.

Vorrei dire che viste le bassissime probabilità che un indumento prenda fuoco si potrebbe evitare almeno di inquinare l’abbigliamento a fronte di una certezza che è quella di trasmettere all’organismo una tale sostanza.Tradotto significa che nel sangue si sono trovate alte concentrazioni di queste sostanze, soprattutto nei bambini che sono come sempre più sensibili e delicati.

 

Buone abitudini sono il lavaggio frequente delle mani, queste sostanze sono volatili, mangiare meno cibi grassi perchè è stato visto che è più alta la concentrazione di queste sostanze, usare materassi in pura lana.

 

Se volete approfondire qui lo studio

 

Copyright © 2012 Lo Specialista del Pulito

 



Condividi:

E’ Primavera !!! Rimettiamo a nuovo tutte le cose in Ottone che ci circondano

pubblicato il 03 04 2011 | Comments 1

Photo by web

Il primo articolo che in qualche modo richiama la primavera lo dedico a tutte quelle parti o superfici in ottone.

Intanto se digito su google “ottone” scopro che non è solo una lega, ma al primo posto risulta essere nome proprio di persona e addirittura un Imperatore del Sacro Romano Impero, tale Ottone II.

In seconda battuta Wikipedia mi fa notare che gli ottoni sono leghe di rame, il terzo posto se ne andato mentre al quarto scopro essere una provincia di Piacenza.

Dopo un breve divagar ritorniamo sull’argomento principale.

Quanti hanno in casa maniglie, lampadari o altri oggetti in ottone che con il passare del tempo perdono la loro lucentezza ?Lo chiamerei il “Rimedio al volo” perchè veloce e di facile applicabilità  anche per i meno abitudinari del pulito.

Basta strofinare gli oggetti con un panno imbevuto di aceto e sale nella stessa quantità , mescolati in un bicchiere e ritorneranno come nuovi.Un rimedio che oltre a salvaguardare l’ambiente non intacca il nostro organismo.

Ricordatevi che “Il pulito ci rende felici”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi:

Come Pulire Tapparelle in PVC con il Vapore

pubblicato il 12 09 2010 | Comments 0

Photo by web

Ci sono vari sistemi per pulire in maniera efficace una tapparella in PVC tipo quella che vedete nella foto.

Lo sporco che si accumula su queste superfici è fra i più tenaci visto che sono messe a riparo delle nostre case ma dipende anche da quanti interventi annui facciamo, ricordatevi che la pulizia non è un’operazione casuale ma andrebbe programmata in base alle stagioni e alle superfici da mantenere pulito.

Chiaramente più frequentemente le pulite e meno tempo impiegherete ma soprattutto farete anche meno fatica.

Un sistema efficacissimo è quello di utilizzare un buon generatore di vapore, possibilmente a getto continuo come per esempio questo, il getto continuo vi garantisce risparmio di tempo e una maggiore efficacia.

Avere a disposizione uno strumento come questo vi aiuto molto anche perchè ben equipaggiato come accessori che sono parte integrante di un buon generatore di vapore infatti è grazie ai giusti accessori che si riesce ad arrivare nei punti più difficili.

Utilizzare il vapore aiuta anche i nostri polmoni che non sono costretti a fare inutili aerosol di prodotti chimici che alla lunga non sono di certo benefici.

Imparare ad utilizzare il vapore in tutta la casa è una gran bella abitudine, per pulire, stirare, per il benessere del nostro corpo e della nostra mente perchè come dico spesso quando curiamo il nostro corpo ne trae beneficio la nostra mente e viceversa.



Condividi:

Pulire con prodotti naturali Ruggine, Tapparelle, Lana, Libri, Tappeti

pubblicato il 22 02 2010 | Comments 83

Photo by web

  • Oggetti di latta senza ruggine ?

Gli oggetti in latta tendono ad arrugginirsi con facilità . Al primo segnale, strofinali con del succo di pomodoro.

  • Tapparelle ben pulite ?

Dopo aver lavato e asciugato le tapparelle, spruzzale con un po’ di cera spray. In questo modo, smog e sporco           scivolano via e le tapparelle resteranno pulite a lungo.

  • Pentole molto unte ?

Per pulire facilmente una pentola unta, immergila nell’acqua a cui hai aggiunto 1 o 2 cucchiaini di bicarbonato. Prova questo tipo di detersivo che non inquina ed è privo di enzimi anche per lavare i piatti.

  • Mantenere bianca la lana

Per mantenere le maglie di lana bianca sempre candide, immergile in una bacinella d’acqua fredda alla quale avrai aggiunto il succo di due limoni.

  • Libri ingialliti ?

Per non rischiare che i libri ingialliscano, metti tra le pagine qualche foglia di lauro.

  • Tappeto macchiato ?

Per eliminare le macchie difficili dal tappeto utilizza acqua e bicarbonato di sodio.

Se non trovi la soluzione vai allo Shop dove trovi l’esperto che ti risponde



Condividi:

Come pulire una Poltrona Imbottita

pubblicato il 16 02 2010 | Comments 0

Quando si presenta la necessità  di dover pulire delle poltrone imbottite spesso non si sa da che parte incominciare.
Non si puà certo prenderla e metterla sotto l’acqua o intervenire con un getto diretto perchè la rovineremmo in maniera irreversibile.

Un ottimo sistema è questo:

Prendete questo prodotto e lo diluite al 50% con dell’acqua.

Vi procurate un panno in micro fibra e spruzzando leggermente sulla poltrona andrete a massaggiare con il panno, potete ripetere l’operazione se il primo passaggio non vi avrà  soddisfatto.

La cosa importante è quella di non bagnare troppo il tessuto in modo da non rischiare l’annacquamento della gommapiuma che sta all’interno della poltrona che creerebbe quel fastidiosissimo effetto macchia dilatata.



Condividi:

Primavera……. è il momento di fare un pà di ordine

pubblicato il 21 03 2009 | Comments 1

Questi sono senza dubbio i giorni in cui, con l’avvicinarsi, della bella stagione, ti viene voglia di riordinare tutto quello che durante i mesi precedenti si è un pà trascurato.

E’ un ottima scusa per buttare le cose che abbiamo parcheggiato in qualche angolo sperduto della nostra scrivania, pensando ci potesse un giorno servire, ma niente……è ancora li, evidentemente non servirà  e comunque bisogna prendere il coraggio e buttarlo, altrimenti l’anno prossimo saremo ancora qui a chiederci se ci potrà  servire per l’anno successivo.

Armiamoci di pazienza e fantasia e cerchiamo di fare ordine e pulire un po, sono certo ci sentiremo molto meglio.

Anche perchè il pulito e l’ordine sicuramente ci danno un po di felicità .

Inoltre ci prepariamo all’estate 2009 con uno spirito libero dall’assillo ….oddio devo sistemare le mie cose, e di conseguenza avremo liberato del tempo per goderci la bella stagione, dopo un inverno terribile.

Ammucchiate in un unico punto tutte le carte che avete sparso sulla scrivania.

Prendete un recipiente, lo riempite di acqua calda, gli mettete un misurino di detergente al profumo di fiori, visto la stagione, e con un panno in micro fibra passate per bene la vostra scrivania, la sedia, la stampante, il cestino, il telefono, lo scanner, svuotate e ripulite il portapenne, ricettacolo di ogni tipo di sporco, i raccoglitori, non dimenticatevi della tastiera, dello schermo, della webcam e delle casse acustiche, il sub wofer è sempre quello più sporco perchè generalmente lo si mette sotto, incastrato da qualche parte e quando ci capita di andare a cercarlo per qualche motivo, scopriamo che forse ha bisogno di essere pulito.

Se avete dei quadri date una passate alla cornice ed eventualmente al vetro che li ricopre, passate l’aspirapolvere e tutto vi sembrerà  più bello.

Qui potete trovare i prodotti

Per il Bagno

Per i Pavimenti

Per il Trattamento del cotto



Condividi:

La Pulizia del Marmo di Carrara

pubblicato il 12 09 2008 | Comments 2

Oggi vi porto con me proprio sul posto di lavoro.

Siamo stati in questi giorni nel porticato di questa meravigliosa villa per pulire e proteggere la pavimentazione in Marmo di Carrara.

Ha un problema, quando cambia il tempo si bagna quasi completamente.

Il nostro compito è quello di pulire a fondo il Marmo e cercare, attraverso un trattamento a doc di evitare la risalita dell’umidità  che oltre a modificare il colore del pavimento, lo corrode piano piano in quanto questo tipo di marmo è molto tenero.

Come vedete siamo ormai alla fine del lavoro, manca solo la stesura del trattamento e poi avremo finito.



Condividi:

Ecoitalia evolution s.r.l. Via Roma, 9 24020 Songavazzo BG PI 03781370162 CF 03781370162 Tel.3487919400 | [javascript protected email address] || privacy | credits
Twitter widget by Rimon Habib - BuddyPress Expert Developer